logo porthos

Indipendenti da sempre,
ci occupiamo di vino, cibo e cultura

Il tuo carrello è vuoto

ico fbico twico isico gplusico ytico yt

Storie

I nostri partner

Porthos racconta ha completato un’altra delle sue stagioni di corsi ed eventi e, tra poco, si prepara ad affrontarne una nuova. Roma è il fulcro dell’attività di divulgazione, qui si sperimentano seminari e incontri a tema, a via Laura Mantegazza custodiamo le bottiglie che vanno in giro per l’Italia, nella nostra sede viviamo le degustazioni che ci aiutano a orientarci nel sempre più fitto giro dei vini naturali.

foto annuncio 0 copia

Tra i punti fondamentali del progetto didattico spicca la possibilità di accompagnare il liquido odoroso in modo adeguato, una scelta che, sin dalla metà degli anni zero, ha visto al nostro fianco Gabriele Bonci. È il suo lavoro di panificatore ad aver permesso di scoprire pane e pizza di una tale qualità da non poter più tornare indietro. Pizzarium e il Forno di via Trionfale 36 rappresentano immancabili luoghi di approvvigionamento per conservare quel senso di benessere così intensamente ricercato anche nei vini. Aggiungo che, nelle ultime due stagioni, è stata evidente un’ulteriore crescita qualitativa, a testimoniare che la visibilità del nostro e l’estensione delle sue attività sono state bene assorbite, destino tutt’altro che scontato.
La Tradizione è al nostro fianco dal principio, ancora prima che nascessero i corsi; Renzo Fantucci e Valentino Belli, a quel tempo i proprietari della gastronomia di via Cipro 8, affettarono e tagliarono per noi il 4 novembre 2000, giorno del primo compleanno della rivista. Oggi ci sono Francesco Praticò e Stefano Lobina che hanno lavorato a fianco dei fondatori e ne hanno ereditato competenze e savoir faire. La crescita di attenzione verso il cibo di qualità e nei riguardi di un’agricoltura responsabile non ha colto impreparati i due giovani, anzi l’offerta dei prodotti si è ampliata in modo incredibile, tanto che una parte decisiva del loro lavoro è proprio la gestione di una varietà alimentare da far girare la testa. La Tradizione sarà con noi anche in diverse serate a tema, ci aiuteranno ad approfondire l’origine di alcune delle specialità più sensibili all’accostamento col vino.
Nei primi mesi del 2012, proprio in coincidenza con la nascita del corso in dodici lezioni, abbiamo conosciuto la famiglia Franciosi di Avezzano, un incontro che ha permesso a Porthos racconta di fare un sensibile salto di qualità. L’osteria Mammaròssa di via Garibaldi 386, ad Avezzano appunto, è diventato il luogo dove collaudare la formazione delle allieve e degli allievi dei corsi, ma non solo. Lo spirito di Franco, lo chef, per il quale non esiste l’espressione “non si può fare”, ci ha condotti attraverso scoperte inimmaginabili solo poco tempo fa, così la nostra sede si è trasformata in un luogo “santo”, dove misurare il potere del vino quale ministro della tavola. Questo reciproco percorso educativo si è incarnato in Daniela, responsabile della cantina di Mammaròssa e protagonista di scelte “futuristiche”. Il locale di fratello e sorella Franciosi è una costruzione moderna e, nonostante le dimensioni spaziose, conserva calore e partecipazione, impossibile non trovarsi bene, anche in virtù dell’orto retrostante, dal quale Franco e il suo primo collaboratore Francesco traggono il “sangue” delle loro specialità caratterizzate da generosità e limpidezza.
La nostra quotidianità poggia anche su altre realtà che non mancano di farci sentire la loro vicinanza in tutti i modi possibili. Ci riferiamo in primo luogo agli amici di Pomarius, sempre pronti quando c’è da misurarsi con i migliori vegetali e frutti in circolazione; Andrea e Luigi Scorrano si preparano ad assisterci, con la loro appassionata competenza, nell’impegnativo e promettente percorso di serate dedicate alla cucina vegetariana e vegana. 
Di recente introduzione è Ecoposteria, un emporio naturale situato a Ostia e condotto da Irene Piattelli e Alberto Codan, una coppia di nostri allievi: accanto a diverse specialità gastronomiche c’è una scelta militante di prodotti per la persona e per la casa di altissimo profilo. Un altro giovane che abbiamo appena coinvolto è Andrea Manciocco di Aprilia dove, con la sua famiglia, gestisce un laboratorio artigianale di pasta, ripiena e non; cercheremo di metterlo alla prova con la prossima stagione.
100% Bio è il Bistrot di piazza della Piramide Cestia, a Roma, protagonista di alcune proposte alimentari che ci hanno permesso accostamenti davvero estremi.
Gli ultimi pensieri di questo breve excursus sono per Il Palmizio di Alba Adriatica e per Le Gemme di Martinsicuro, siamo in provincia di Teramo, non lontani dal confine con le Marche. Valerio Di Mattia e Walter d’Ambrosio, introdotti dal professor Leonardo Seghetti, sono diventati sostenitori della nostra associazione e, quasi senza accorgersene, hanno determinato l’evoluzione del gusto della comunità porthosiana. Sebbene la frequentazione non sia assidua, ci vuole poco ad accendere la magia, appena li si incontra, hanno sempre un dono da condividere.


Riviste

Libri