logo porthos

Indipendenti da sempre,
ci occupiamo di vino, cibo e cultura

Il tuo carrello è vuoto

ico fbico twico isico gplusico ytico yt

Piovono pietre

Uscendo e viaggiando poco

I lettori di Porthos sanno che io faccio vita ritirata. La mia è una libera scelta: se posso, viaggio poco e la sera resto con la famiglia. Così facendo, mi sfuggono importanti opportunità di scoperta e di crescita culturale. E’ quindi colpa mia se non ero presente a "Identità Golose", l’'evento organizzato da Paolo Marchi, nota firma de Il Giornale, che raccoglie a Milano fior di cuochi da tutto il mondo.

Leggi tutto

Lealtà e Pudore

Nuovi bilanci, le solite tensioni, le solite delusioni e tante aspettative.
Anche quest’''anno è andata: le fiere si sono consumate e le guide sono state presentate.
Ormai quasi completamente svuotate dalla loro originaria fondamentale funzione divulgativa si sostengono vicendevolmente con il chiaro fine della conservazione delle gerarchie acquisite e degli interessi di pochi eletti. Ȓ un gran peccato e non sembra che il gioco potrà reggere ancora a lungo. Sono certo che i dati ufficiali delle vendite e delle presenze spingono a riflessioni diverse. Probabilmente noi frequentiamo le persone sbagliate e dovremmo lasciarci contagiare dall'’imperante entusiasmo dei comunicati stampa, semplicemente riproducendoli come viene fatto da buona parte delle testate di settore (soprattutto quelle online), ma le parole dei protagonisti raccontano altro.

Leggi tutto

Effetto serra

Ai corsi di degustazione non lo dicono, ma bevendo vino si batte l’effetto serra. Così annuncia l’agenzia ANSA in un articolo sorprendente quanto istruttivo.
Pare, infatti, che un gruppo di ricercatori scientifici del CNR abbia condotto un interessante studio “sul campo” (le virgolette sono di ANSA, sia chiaro), secondo il quale un ettaro di terreno vitato assorbe, in un anno, ben 3 tonnellate di anidride carbonica.

Leggi tutto

Quattro righe o poco più

Non ne servono molte altre per dire che, una volta ancora, avevamo visto giusto. I lettori di Porthos ormai sono abituati a leggere analisi precise e non banali, è quindi possibile che non ci facciano più caso. Ad ogni modo, preferiamo sottoporvi il fatto in maniera semplice, senza orpelli.

Leggi tutto

Siamo fritti

Da qualche anno, ormai, faccio vita ritirata. Esco poco, parlo poco, leggo poco. Di quando in quando, trovo ancora il tempo per pranzare con il mio avvocato, che mi regala buonumore senza emettere fattura. Mi ritengo molto fortunato, perché il mio avvocato è una bella ragazza, generosa e intelligente. Inoltre, ha un gran senso dell’'umorismo.

Leggi tutto

Quando si dice la combinazione

E’ appena finito Cheese, innaffiato dalla pioggia e, ovviamente, dal buon vino, almeno si spera.
Nulla di strano, quindi, se la stampa, specializzata o no, riporta tracce di contaminazione da formaggio, anche le più imprevedibili. Che il binomio cacio e vino sia formidabile lo sanno in tanti, ma forse non tutti sanno che può diventare una nuova forma di business, proprio nuova. Ci si aspetterebbe di trovare informazioni come queste nelle sezioni “"Le Aziende informano"” o giù di lì di certi periodici, ma per chi non ha tempo di spulciare, arriva un bel lancio ANSA, che illustra magnificamente la faccenda.

Leggi tutto

Oro grasso

Il nero e l'oro. La notte e la luce.
Il sapiente gioco di colori di un packaging accattivante. Materiali piacevoli al tatto. E poi il fascino bruno del cacao, il richiamo ardente del pistacchio, la morbida seduzione della nocciola.
Il tutto amalgamato in una crema che si annuncia destinata a golosi di lusso, un prodotto lontano anni luce dalle tante creme spalmabili a base di cacao e nocciole, senza far nomi.
Certo, costa qualcosina di più di altre, ma il marchio Domori sa di poter spuntare prezzi adeguati alle proprie ambizioni.
E poi è dairy free, che, tradotto dal domorese, significa senza latte, nel caso il golosone di turno fosse allergico o vegetariano o semplicemente uno che non sopporta gli animali. Allora diamo un doveroso sguardo alla lista degli ingredienti, chissà quali altre meraviglie ci attendono. In cima alla lista, come ognun sa, c'è l'ingrediente più abbondante, in questo caso lo zucchero di canna.
Al secondo posto, sorpresa, ci sono i grassi vegetali. Ma come, tanta fatica per trovare il cacao magico, il packaging fascinoso, i pistacchi incantati, le nocciole ammalianti e poi ci perdiamo nell'olio di cocco e affini? È vero che quel secondo posto potrebbe valere una percentuale di grassi imbarazzante, ma niente paura, si tratta di grassi parzialmente e selettivamente idrogenati, mica balle. Da anni svuoto barattoli e leggo etichette, ma questa è una novità anche per me. Folgorato dall'altisonante definizione, consulto il sito di Domori, che riporta un'erudita spiegazione, in pieno stile chemical-marketing.

Leggi tutto

MiWine, hands in the hair

Ci sono due buone notizie. La prima è che “MiWine, 1a Esposizione professionale del vino e dei distillati” in programma alla Fiera di Milano dal 14 al 16 giugno prossimi non sarà un piccolo Vinitaly. Lo hanno annunciato con puntiglio gli organizzatori. La seconda è che la torta di pastafrolla con le pere e la nutella preparata dal servizio ristorazione della Fiera è strepitosa. Iniziamo da quest'ultima.

Leggi tutto

Riviste

Libri