logo porthos

Indipendenti da sempre,
ci occupiamo di vino, cibo e cultura

Il tuo carrello è vuoto
Il tuo carrello è vuoto

ico fbico twico isico gplusico ytico yt

  • Corsi
  • Roma - Il matrimonio tra cibo e vino

Calendario eventi

Roma - Il matrimonio tra cibo e vino
Da Martedì, 4. Aprile 2017 -  19:30
a Martedì, 19. Settembre 2017 - 22:30
Sempre di martedì: 4 aprile, 9 maggio, 6 giugno, 4 luglio, 19 settembre

«Disse: – Procacciami una lanterna.
Io gli risposi: – Cammina adagio.
A me e a te il luccicare del vino servirà di lanterna.
E ne versai una sorsata in un bicchiere. Questa gli fu aurora fino all’aurora».

Il vino anima il cibo. Le pietanze gratificano la natura del liquido odoroso. Si tratta di una storia d’amore che ha innumerevoli momenti di comunione e alcune pause indispensabili. Il vino è ministro della tavola, servitore nel senso più alto del termine. Attraverso cinque memorabili serate, il corso si propone di accompagnarvi nella conoscenza di materie prime ed elaborazioni, in modo che ogni interpretazione culinaria venga accolta ed esaltata dal vino giusto. L’accostamento può essere illuminato in diversi modi, confrontiamolo con il nostro gusto, impariamo a misurare le nostre esperienze su ciò che di nuovo ci viene proposto. Sarà un vero e proprio addestramento che ci consentirà di conoscere il vino non solo nei salienti tratti organolettici, ma anche nella sua disponibilità verso il cibo e nella preziosa partecipazione gustativa.

matrimonio tra cibo e vino cop

I vini sono selezionati da Sandro Sangiorgi e Matteo Gallello che guideranno insieme tutte le lezioni. La scelta delle bottiglie ha il consueto, altissimo, livello qualitativo delle iniziative porthosiane e spazia al di fuori dell’Italia, così da mettere alla prova il pregio maggiore di un vino, la sua universalità.
Il cibo sarà cucinato da Franco Franciosi dell’Osteria Mammaròssa di Avezzano. Il corso si sviluppa in cinque incontri. Ciascuna lezione prevede un’introduzione teorica, durante la quale affronteremo i principali argomenti gastronomici e le fondamentali tracce di un menu. A questa seguono gli assaggi e la discussione. Ogni volta degusteremo quattro piatti in accostamento ad almeno sette vini. Questo ci consentirà di paragonare abbinamenti rassicuranti e confortevoli a esperimenti più estremi e rischiosi. La natura del vino vi stupirà, anche nella bottiglia più imprevedibile c’è la vena che la dispone al cibo: la condizione essenziale è che il vino sia sano, naturale e in grado di esprimere il territorio da cui proviene.

Il prezzo del corso è 500 euro. I vini vengono serviti alla cieca. Alla fine del corso insieme all’elenco dei vini degustati verrà inviato un attestato di partecipazione.

LE CINQUE LEZIONI:
martedì 4 aprile
Assonanze: quando il vino cerca di sovrapporsi delicatamente al cibo, come per proteggerlo. Primi appunti di teoria dell’accostamento tra il cibo e il vino.
martedì 9 maggio
Contrasti: quando il vino è chiamato a tirare fuori gli artigli per lottare con un piatto dalla forte personalità. Come si costruisce un menu e come delineare la sequenza dei vini.
martedì 6 giugno
Equilibri: quando il vino e il cibo compensano in maniera perfetta la reciproca bellezza. Il profilo di un vino duttile e facile da abbinare.
martedì 4 luglio
Relazioni pericolose: quando il vino affronta materie prime e ricette che ne mettono in crisi la sua intima identità. Non esiste il matrimonio perfetto, esistono accostamenti possibili.
martedì 19 settembre
"Vini in cerca di ricette": quando il liquido odoroso è talmente particolare da incoraggiarci a inventare una preparazione ad hoc.

Qui di seguito trovate due esempi di menu che verranno proposti dall’Osteria Mammaròssa; vogliamo farvi comprendere il lavoro di ricerca e preparazione che Franco e il suo staff stanno facendo, per dare al rapporto tra cibo e vino il massimo profilo possibile.

Uno scampo a Navelli
(Ceci di Navelli, scampo arrosto, rosmarino disidratato)
La Genovese
(pappardelle di grano Solina, scottona marchigiana, cipolla dorata, vino rosso, basilico Parmigiano 24 mesi)
La Pollastrella
(pollastrella croccante arrosto, patate, rosmarino)
Dessert


La Tartare

(filetto di scottona, capperi di Ventotene, basilico, cipollotto rosso, pepe di Sarawak, misticanza, maionese allo zenzero, mosto cotto)
Le Fettuccelle
(fettuccelle di semola integrale fatte a mano, battuto di lardo artigianale, erbe di montagna, caciocavallo bariccato stravecchio)
Avezzano-Budapest
(Goulash di sopravvissana, peperoncino verde dell’orto, pomodoro concentrato di Mammar̀ossa)
Dessert
Luogo : sede di Porthos racconta in via Laura Mantegazza 60-62
Contatto Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – Sede di Porthos 06/53273407 (dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 15)
È possibile partecipare a minimo tre incontri. Partecipazioni singole dovranno essere concordate con adeguato anticipo e hanno un costo più alto in proporzione al prezzo totale del Seminario.
Le disdette possono essere accettate con almeno una settimana di preavviso.

Riviste

Libri

Su questo sito sono attivati i cookies per migliorarne l'usabilità e le funzionalità Leggi l'informativa sulla cookies policy