• Roma: Mamoiada e il Cannonau, sangue di Barbagia
    lunedì 9 e 16 febbraio, ore 20:15

    Saranno con noi la famiglia Sedilesu, Giovanni Montisci e Francesco Manca delle Cantine di Orgosolo. Grazie alle loro preziose testimonianze e a quattordici vini, potremo capire meglio questa terra, dotata di una generosa autenticità e di un'immensa rilevanza storica.     leggi tutto    
        

  • Roma: Lo Chenin Blanc e la Loira
    giovedì 26 febbraio, ore 20:15

    «Una volta ogni dieci anni lo Chenin è il miglior vino al mondo».
    La vocazione vitivinicola della Loira è storicamente documentata; il Giardino di Francia ospita un vitigno che non tradisce i luoghi ma li gratifica attraverso una mineralità luminosa.
    Almeno sette vini dalla raffinata fisionomia ne esibiranno l’incomparabile personalità.     leggi tutto    
        

  • Roma: Corso di conoscenza e degustazione dedicato al vino
    dal 5 febbraio, ore 20:15, sempre di giovedì

    Il vino è nutrimento dello spirito, è un prodotto emotivo, vale la pena essere pronti ad accoglierlo e a farsi toccare, mettendo in campo curiosità, duttilità e tenacia. Non bisogna temere di complicarsi la vita: coltivare la propria conoscenza attraverso il dubbio donerà una grande ricompensa.      leggi tutto    
        

Porthos

Ein Prosit 2014 - Arianna Occhipinti, secondo frammento

Scritto da porthos il 22 Gennaio 2015. > Video

Marina Gioitti, proprietaria con il marito Silvano di Casa Oberrichter, è stata capace di costruirsi, come Arianna, una "dimensione" intorno. Due donne agli antipodi dal punto di vista geografico ma vicine per il coraggio di assecondare, con slancio, le rispettive vocazioni: l'arte e il vino.



Riprese e Montaggio di Davide Vanni

Ein Prosit 2014 - Arianna Occhipinti, primo frammento

Scritto da porthos il 14 Gennaio 2015. > Video

La vignaiola vittoriese racconta il suo primo approccio al vino, le esperienze con lo zio Giusto dell'azienda Cos, il consolidamento del suo interesse con la scelta di frequentare Viticoltura ed Enologia a Milano. E poi l'insegnamento, la visita ai produttori, la nascita di conflitti, le azioni e le reazioni...



Riprese e Montaggio di Davide Vanni

Alberese e Galestro: Lamole, l’impronta dell’Arenaria

Scritto da giacomo lippi il 08 Gennaio 2015. > DEGUSTAZIONI

[...] salgo
alla tua verna altissima e non ti odo
Piero Bigongiari



Lamole

Sassaia in verticale

Scritto da gianpi giacobbo il 30 Dicembre 2014. > DEGUSTAZIONI

Su Angiolino Maule si è scritto molto e ancora di più si è parlato. Intervistato da Porthos nel 2002, prima della nascita di Vinnatur, è sempre una figura nevralgica nel mondo dei vini naturali. La personalità di Angiolino si forma nel nucleo di militanti che ruotava attorno a Josko Gravner, verso gli inizi degli anni novanta. Con Radikon, Nico Bensa e pochi altri, s’interrogava sul destino del vino. S’incontravano sulle colline di Gambellara, poco sopra Vicenza o ai confini con la Slovenia. Incrociavano bicchieri, dialetti e pugni sul tavolo. Da quegli incontri carbonari nacque Viniveri, un movimento fondamentale che oggi ha una fisionomia completamente diversa. Si confrontavano, troppo spesso litigavano, fin quando non è arrivata la rottura finale. Mi ricordano un po’ i Sex Pistols. Angiolino non era Johnny Rotten, ma la rabbia che aveva a suo tempo era simile a quella della punk band londinese di fine anni ‘70. Seguire il percorso di Maule significa prendere contatto con i suoi umori, le incertezze, le progressive prese di coscienza, per cui, quando affrontiamo i suoi vini in una degustazione verticale, è come sfogliare l’album delle sue avventure, delle vicende familiari e di lavoro.

IMG 0195

Porthos a Sorgentedelvino Live 2015



sdvlive2015 banner300pxok 

- P
resenteremo l'edizione italiana de Gli Ignoranti. Vino e libri: diario di una reciproca educazione

- Sandro Sangiorgi guiderà la degustazione
La sensorialità? Una questione privata

Album

I prossimi appuntamenti...


Mamoiada e il Cannonau, sangue di Barbagia
9 e 16 febbraio, di lunedì
Il Cannonau è vitigno di grande spessore emotivo, il piccolo paese nel cuore della Barbagia è il suo territorio di elezione. In due incontri, attraverso quattordici vini, racconteremo un luogo e i suoi prodotti dotati di una generosa autenticità e di un’immensa rilevanza storica.
(120 euro)

Leggi tutto...

Porthos chi?

Indipendenti da sempre ci occupiamo di vino, cibo e cultura. Abbiamo un Manifesto, pubblichiamo una Rivista, editiamo Libri e organizziamo Corsi.
Puoi sostenerci abbonandoti e diffondendo i nostri contenuti.